Crea sito

Cascate del Reno+Schaffhausen

Per raggiungere le Cascate del Reno (Schaffausen Rheinfall) siamo partiti al mattino presto con il treno diretto da Zurigo a Schaffhausen (un oretta) per evitare le orde di turisti che ogni giorno affollano questo bellissimo luogo. Immediatamente di fronte alla stazione di Schaffausen si prende l’autobus n°1 fino a Neuhausen am Rheinfall; le corse sono molto frequenti. Consigliamo di farsi indicare dall’autista la fermata più vicina alle cascate.

Viottolino sul lato ... del Reno

Viottolino sul lato destro del Reno

Dal paese si raggiunge la sponda destra del Reno (in corrispondenza delle cascate), costeggiandolo fino ad arrivare alla grande ansa del fiume da cui godere della migliore visuale delle cascate nella loro totalità. La peculiarità di quest’ultime non è l’altezza bensì la loro larghezza (sono le più estese in Europa) e la loro portata (vero soprattutto in estate, quando avviene il parziale scioglimento dei ghiacciai montani).

Poco più avanti, c’è un centro informazioni turistiche e lo Schlössli Wörth, dove si trova un punto di ristorazione,toilette e da cui partono i tour del Reno su delle piccole imbarcazioni. Tra i vari percorsi proposti, abbiamo optato per quello che in pochi minuti ti conduce sullo sperone roccioso situato nel mezzo alle cascata (all’incirca 7 euro a persona). Siamo saliti sulla prima barchetta che partiva al mattino quando ancora l’afflusso dei  turisti è ridotto al minimo. Gli orari e i tour proposti sono consultabili sul sito ufficiale: http://www.rheinfall.ch/home .

L’avvicinamento alle cascate risalendo il fiume è decisamente emozionante! Il barcaiolo ti sbarca sull’isolotto lasciandoti a disposizione circa 20 minuti per salire fino in cima, goderti il panorama e fare tutte le foto del caso. La sommità dello sperone roccioso si raggiunge tramite dei ripidi scalini che, perennemente bagnati dall’umidità del fiume, diventano pericolosamente scivolosi; quindi ATTENZIONE.

P1000383

Prospettiva delle cascate dalla sommità dello sperone roccioso

Stare isolati in mezzo ad un fiume, circondato dalle cascate e dal loro frastuono è una esperienza da provare che definirei euforizzante: si percepisce la potenza indomabile dell’acqua. Oltre alla piattaforma panoramica in cima all’isolotto (visuale delle cascate dall’alto), c’è anche un terrazzino a metà sperone roccioso da cui si ammirano le cascate lateralmente; in questo punto sono VICINISSIME, arrivano gli schizzi e meritano davvero delle foto.

N.B. Sul lato sinistro del fiume, passando dietro al castello, si raggiunge un differente punto di osservazione delle cascate, pagando un biglietto. Noi non ci siamo andati ma sta a voi scegliere ciò che più vi ispira 🙂 .

Prospettiva delle cascate dallo sperone roccioso

Prospettiva delle cascate a metà dello sperone roccioso

Tornati sulla terraferma, abbiamo imboccato la stradina che costeggia la sponda destra del Reno, raggiungendo la cittadina di Schaffausen in circa un’oretta di cammino.

Lungo il Reno

Lungo la sponda destra del Reno

Nel paese abbiamo gironzolato per il piacevole centro storico e percorrendo Munothaldenweg abbiamo raggiunto un graziosissimo giardinetto per una sosta di relax. A pochi metri da quest’ultimo c’è un vecchio fortino sul quale è possibile salire per ammirare Schaffausen dall’alto.

Dal giardinetto,,,,,,,,

Il campanile di Schaffausen dal giardinetto.

Ridiscendendo in paese da un’altra strada, Munotstieg, prima si salutare Schaffausen, consigliamo di visitare il suggestivo chiostro del Convento benedettino di Ognissanti con attiguo un piccolo orto di erbe medicinali e aromatiche.

Dal frastuono elettrizzante delle cascate al prezioso silenzio di un chiostro benedettino: una giornata degna di nota!

You may also like...